voglio la famiglia felice!

IMG_0566Mia moglie non mi capisce, non comunichiamo più.

Mio marito è distante, pensa solo al lavoro, sta a casa il minimo indispensabile e non ama i nostri figli…

Mio figlio frequenta cattive compagnie, è sempre fuori casa, risponde male. Beve alcolici e temo che faccia uso di droghe, lo hanno visto fare a botte con altri ragazzi.

Mia figlia è sempre scontenta, arrabbiata, chiusa in se stessa. Pretende vestiti, cellulari nuovi, soldi, ma niente la fa felice.

La mia bambina di 9 anni non vuole andare a scuola, è presa in giro dai compagni, si sente brutta e stupida.

I miei figli/mio marito/mia moglie non mi parlano più.

Mio figlio è obeso, sta tutto il giorno alla tv a mangiare e non esce di casa.

Mia moglie ha un amante, sta con me solo per compassione.

Quando i risultati della nostra vita familiare assomigliano anche a una sola di queste situazioni E’ IMPOSSIBILE ESSERE FELICI. Se sei continuamente preoccupata per i figli, se senti che il tuo partner non ti rispetta né ti ama provi emozioni come frustrazione, ansia, disagio, angoscia, tristezza… E quando queste emozioni si impossessano di te tu sei posseduto/a ossia non sei LIBERO di esprimere te stesso e i tuoi bisogni.

Ebbene ora ti dò 2 notizie, una buona e una cattiva.

Quella buona: non è mai troppo tardi per recuperare i rapporti con la famiglia e trasformarla in famiglia felice.

Quella cattiva: bisogna lavorare tantissimo per questo obiettivo. Non solo: non c’è mai un punto di arrivo. Il lavoro continua anche quando le cose vanno meglio, non si può mollare la presa!

Più la famiglia è disgregata, più i rapporti sono compromessi, più l’impegno diventa forte e duro. Se invece i disagi sono in fase iniziale, oppure se c’è almeno accordo fra i coniugi nel caso di problemi con i figli il cambiamento è realmente possibile.

Vediamo come in 5 essenziali step:

1 distaccati dalle situazioni negative che stai vivendo e pensa ad essere più felice TU. Dì a te stesso che non migliorerai la situazione stando sempre in ansia e preoccupato. Visualizza il tuo distacco dalla tua situazione, respiralo e accettalo nel tuo cuore. Libera la tua testa per dedicarti di più a te stesso: cura il tuo corpo con buon cibo e sport, cura la tua mente con letture, spettacoli culturali o hobbies, cura la tua spiritualità meditando o ritirandoti 10 minuti al giorno in solitudine. Solo questa nuova abitudine ti porterà benessere e la tua famiglia guarderà a te con altri occhi.

2 proponiti l’obiettivo chiaro che ti serve (es: famiglia felice, rapporti sereni, aiuto a figli con disagi…) e lavora per ottenerlo. Leggi libri mirati, partecipa a seminari specifici sull’argomento, cerca su internet terapeuti che possono aiutarti… INFORMATI più che puoi, chiedi aiuto, confrontati con quante più persone possibili.

3 Rinnova ogni mattina un’intenzione che ti serve allo scopo. Ad esempio se tuo figlio è sempre scontento, proponiti di rimanere tranquilla davanti ai suoi sbalzi di umore. Solo così puoi aiutarlo! Appena si rende conto che i suoi capricci non fanno presa su di te smetterà di provocarti. Crea un rituale per rinnovare la tua intenzione. Chiedi agli Angeli o a Dio di aiutarti e illuminarti nel tuo cammino verso la felicità che ti spetta di diritto. Chiedi di aiutarti a fare azioni concrete, come quella di rimanere tranquilla davanti alle loro provocazioni oppure di parlare loro con le parole giuste, che vengano ben recepite.

4 Metti dei paletti. Non accettare mai soprusi. Tuo marito o tuo figlio ti esauriscono, hanno pretese nei tuoi confronti e ti trattano irrispettosamente? Parla loro seriamente dicendo che non accetti più tutto ciò. Loro continuano? Interrompi il loro modulo, ora ti spiego come.

5 Interrompi i moduli. Utilizzo queste tecniche parecchie volte e ti garantisco che sono di un’efficacia spaventosa. Quando non riesci con le buone a interrompere un modulo negativo (i tuoi figli che litigano, il tuo partner che ti sta accusando pesantemente, un’atmosfera di tristezza o infelicità…) fai qualche piccola pazzia. Ad esempio tuo marito ti sta accusando di qualcosa urlando e sbraitando? Vattene. Semplicemente, esci di casa e vai a farti un giro, a piedi, in bici o in auto. Appena torni, le cose saranno cambiate. Hai messo di fronte tuo marito davanti alla sua incapacità di comunicare.  L’altra sera le mie figlie litigavano a tavola rovinando la cena a tutti e 4. I tentativi mio e di mio marito di metterle d’ accordo non servivano.

Allora mi sono alzata e ho iniziato a cantare a squarciagola una canzone per bambini. E’ successa una piccola magia: mia figlia grande ha iniziato a filmarmi col suo cellulare e poi rideva insieme alla sorella della mia performance. La lite? Dimenticata.

il messaggio che mandi quando interrompi un modulo è chiarissimo: MI AVETE ROTTO I C……………….! Non amo le parolacce ma quando ci vogliono ci vogliono! Rafforzano il concetto!

La foto in alto ritrae me e la mia famiglia un anno e mezzo fa, in vacanza. Siamo felici? Sì! Stiamo bene insieme? Sì!

Va sempre tutto bene? No, ma io e mio marito gestiamo i momenti no con pazienza, amore, fiducia.

 

Famiglia felice è un obiettivo che mi sono data una decina di anni fa. Ero scontenta e trasmettevo basse vibrazioni in famiglia. Pretendevo che mio marito fosse più presente in famiglia, lo accusavo di continuo facendolo sentire un cattivo padre. L’atmosfera era spesso cupa, c’erano litigi e incomprensioni. Ero un genitore normativo, di quelli che predicano ai figli: fai questo, fai quello, fai i compiti, metti a posto la camera, quel tuo amico non mi piace… Ovviamente non ero solo io a sbagliare atteggiamento, però il cambiamento doveva venire DA ME, non potevo chiederlo ai miei cari.

Allora mi sono detta:

Voglio una famiglia felice! Voglio apprezzare i miei figli anziché criticarli! Voglio amare i miei cari ed essere amata!

E’ così che ho cominciato la scalata verso il Paradiso. Volendolo con tutta me stessa.

Per questo ti esorto a proporre a te stesso di lavorare per una famiglia felice. Le soddisfazioni che ne ricaverai sono molto superiori a quelle che ti danno il lavoro, i soldi, il divertimento, i viaggi. Quando i rapporti con i tuoi cari saranno basati sulla stima reciproca, il rispetto e la fiducia accadono piccoli miracoli. Forse tuo figlio trova la ragazza che fa per lui, forse guariscono i foruncoli che ha sul viso, forse smette di bere o drogarsi, forse decide di fare sport e mangiare verdure o forse migliora drasticamente a scuola. O forse, semplicemente, è più sereno, più aperto, più comunicativo.

E tu puoi vivere la tua vita, ora che i tuoi ragazzi sono cresciuti e maturati.

Qui sotto i miei tre figli in un momento gioioso. Li accetto e li amo senza condizioni anche quando sono arrabbiati e antipatici, distaccandomi sempre dal fastidio che potrei provare, ma quando si abbracciano come nella foto qui sotto fra loro la mia gioia è alle stelle!

 

IMG_5603

4 risposte

  1. bellissimo……………in questo momento nella mia famiglia c’è un mare di energia che gira e so che tanti sogni stanno per essere realizzati, grazie anche ad alcuni tuoi consigli e un lungo lavoro che dura ormai da 4 anni, grazie

  2. Avrei tanto voluto una famiglia felice ma forse la mia sottomissione mi ha portato alla separazione da mio marito Ho 65 anni chissa che il Signore non mi dia un’altra possibilita e questa volta anche con l’aiuto dei tuoi consigli cambiero modo di vedere la vita Grazie x i tuoi insegnamenti

  3. Dopo 14 anni di matrimonio e 4 figli seppi dal mio ex marito che aveva avuto un rapporto sessuale con un uomo; gli chiesi se il suo era stato un momento di curiosità e lui affermò di sì, ma invece quella era la sua inclinazione sessuale infantile/adolescenziale che era riemersa. Io mi sentivo sempre meno amata ed ero sempre più incapace di amare; dopo 9 tentativi di suicidio e quindi l’allontanamento dalla famiglia, ripresi in mano la mia vita e quando i miei curanti ritennero che stavo abbastanza bene per uscire dalle strutture psichiatriche comunicai la cosa al mio ex marito dicendogli che desideravo tornare a casa e lui mi rispose che avrei potuto farlo a condizione di accettare di fare i separati in casa, così come fanno le coppie moderne; non accettai la sua proposta e decisi di rivolgermi ad un avvocato per avviare la pratica di separazione. Lui ha plagiato i 4 figli,non è stato facile, ma oggi anche se mi spiace non poter godere della presenza dei figli, sono serena e so che la consapevolezza dell’amore del Padre Celeste mi ha aiutata TANTISSIMO

    • Alessandra Donati

      ciao Vittoria, grazie della tua email e del tuo coraggio che sarà esempio per chiunque legga.
      Anch’io non mi sarei accontentata né di un uomo con cui non condivido nulla né di una seprazione in casa per cui ti capisco profondamente. Quello che ancora farei, fossi in te, con l’aiuto del Creatore e degli Angeli, sarebbe un riavvicinamento verso i figli.
      magari non adesso, ma quando sarai pronta per una felicità più piena.

Lascia un commento