Lascia andare/perdona

postato in: affermazioni, amore, perdono | 10

Ah no non potrei mai perdonare quella persona che mi ha violentato, reso schiava tolto la voglia di vivere….

Senza arrivare a casi così estremi, a volte è difficile lasciar andare situazioni e cose molto più semplici:

 

  • quella persona parla male di me
  • i miei genitori mi sminuivano, preferivano mio fratello, non avevano tempo per me…
  • il mio capo mi fa mobbing
  • non mi posso permettere di spendere i soldi in corsi di crescita
  • c’è la crisi, non c’è lavoro
  • nessuno mi ama
  • gli uomini/le donne mi lasciano per un’altra/un altro
  • trovo solo uomini/donne sposati, che hanno poco tempo per me
  • colleziono fallimenti
  • il mio karma è immutabile
  • sono destinato ad ammalarmi

Ho conosciuto tante persone con questo modo di vivere e interpretare la vita. Sono programmate in base a quello che dicono, pensano, fanno; in base ai risultati che hanno nella loro vita. Siamo robot noi umani. Abbiamo programmi di cui non ci accorgiamo, che abbiamo accumulato nel corso della vita, fin dalla nascita. Pensiamo a un bambino a cui viene ripetuto “fai solo danni!” oppure “hai le mani bucate”… Come potrà mai programmarsi? Per fare danni o per spendere tutto il denaro che guadagna… Il subconscio incamera, interpreta, programma.

La programmazione può partire da molto più lontano…

Abbiamo programmi a livello STORICO, ossia potremmo aver vissuto altre vite di guerra, privazioni, dolore. Quelle memorie possono infettare le nostre cellule. Possono essere memorie collettive, pensieri COMUNI del gruppo di appartenenza, paure ataviche, orrori condivisi che giungono in parte fino a noi.

A livello del dna possiamo aver ereditato modi di pensare dei nostri genitori, nonni, antenati. Anche le malattie SIMILI a quelle dei nostri progenitori provengono dallo stesso modo di pensare!

Che ne dici di togliere questi programmi, lasciarli andare e sostituirli con l’AMORE?

Che ne dici di perdonare chi ti ha fatto del male (e te stesso, che glielo hai permesso)?

Che ne dici di iniziare questo primo mese del 2018, questa prima LUNA CALANTE, con un impegno a scrollarti di dosso i limiti e iniziare a pensare in grande? Esattamente come un cane che esce dall’acqua dopo un bagno in mare. Ti invito a SCROLLARTI di dosso quell’acqua marcia in eccesso, quella pesantezza inutile e nociva.

Ehi, sento di avere la tua attenzione.

E la tua domanda.

MA COME SI FA?

Intanto la parola perdono cosa ti ricorda?

PER FARTI UN DONO. Fallo per farti un dono. Il dono più grande che puoi fare a te stesso è aprire la tua mente, lasciar andare tutte quelle pastoie a cui sei rimasto attaccato fino ad oggi, quei limiti e paletti che ti sei creato intorno a te. O che gli altri ti hanno creato e tu glielo hai permesso, che poi in fondo è la stessa cosa.

FATTI QUEL DONO. All’inizio fallo per convenienza. Ti CONVIENE, perché lasciando andare il risentimento apri le porte di un sentire incredibilmente potente: la felicità. Ti conviene perdonare chi ti ha fatto male o lasciar andare tutto quello in cui hai creduto fino ad oggi che ti ha limitato la vita.

Ma allora come si fa?

Partendo dai risultati che vorresti cambiare e parlando alla paura, quella che NON VUOLE cambiamenti.

Non hai un lavoro e ritieni sia colpa della crisi? VIA QUESTO PROGRAMMA. Decidi di meritarti un lavoro ORA. Armati di curriculum ben scritti e vai a parlare con i TITOLARI convincendoli che tu sei la persona giusta per quel lavoro. Cosa? Sei timido e non credi in te stesso? Lascia andare questo programma,  mandalo VIA! Ringrazia la timidezza/paura  che ti è servita fino ad oggi (non è vero, la timidezza è come una malattia, ma devi pur far felice la tua mente…) e poi dille ti lascio andare.

In amore attrai solo persone sposate che ti concedono gli avanzi del loro tempo? Decidi di attrarre persone libere o di restare solo! Parla con quella persona sposata, anche se ti sembra di amarla alla follia digli “ho deciso di rispettarmi e non posso più accettare i ritagli del tuo tempo”. Come la mettiamo con la paura di rimanere solo? “Grazie paura per avermi avvisato che se lascio questa persona sposata rimango solo, ma ho deciso di correre il rischio”

La tua azienda è fallita, hai fatto investimenti sbagliati? Okay è acqua passata. Informati bene su cosa serve per far decollare il tuo progetto e FALLO! La paura ti attanaglia? Parlale e dille “Grazie paura per mettermi in guardia. hai ragione, c’è il rischio di fallire, di perdere tutto e io ti ringrazio per avermelo detto, ma farò di testa mia”

Perdona qualcuno verso cui hai residui di risentimento, lascialo andare! perdonando lui/lei perdoni anche te stesso per avergli permesso di farti male. La paura/ego ti sta ripetendo che NON PUOI perdonarla, perché è troppo grave quello che ti hai fatto? Parla a quella paura: “grazie paura, mi hai ripetuto a lungo questo ritornello, solo che ora ho deciso di perdonare perché mi hanno detto che per me è molto conveniente. Perciò vattene, grazie”

Insomma, cambia modalità. Cambia PROGRAMMA. Che programma vuoi? Scrivilo. Scrivi il tuo programma con io voglio o con ho deciso di.  Esempi:

ho deciso di perdonare tutto e tutti

voglio essere amorevole, gentile, ricco e in pace con me stesso

ho deciso di trovare il lavoro perfetto per me

voglio essere sano, libero, entusiasta e felice

ho deciso che mi merito il meglio che c’è e che valgo moltissimo

ho deciso di aprire una mia attività che sarà un successo.

SIAMO ROBOT!

Se al robot triste sostituisci il programma tristezza col programma “serenità” lui diventa sereno! Certo noi umani non siamo robot, ci mettiamo molto di più a cambiare abitudini… Abbiamo necessità di almeno un mese di allenamento delle nuove abitudini. Comincia a scrivere le affermazioni che ti servono e quando ti arrivano le vecchie paure tu digli: “Ciao paura, grazie di avermi avvisato del pericolo, ma io vado avanti!”

Non ti dico che è facile, ma di certo è fattibile perché io l’ho fatto e con grande successo. Io sono te e tu sei me, lo sai vero? Non hai niente meno di me.

Addio vecchie paure! Quando tornate vi vedo arrivare, vi saluto e vi mando altrove! Se vuoi lasciar andare i tuoi LIMITI nessun luogo è più adatto del deserto del Sahara.

Vieni con noi dal 28 aprile al 5 maggio, facciamo un altro incredibile  viaggio/seminario in Marocco! Leggi tutto QUI

 

 

 

10 risposte

  1. Grazie 🙏

  2. Mariagiannetti

    Ciao Alessandra come sempre i tuoi consigli sono pieni d’amore e parlano al cuore.
    Mi dispiace di non essere piu’tanto giovane da poter partecipare a questo incredibile viaggio nel deserto…altrimenti mi sarei buttata a capofitto….Credo che l’esperienza del silenzio del deserto sia unica…
    Auguro buon viaggio e buona meditazione al tuo gruppo….Un forte abbraccio

    • Alessandra Donati

      non sei più tanto giovane? hai visto la testimonianza di Francesca? lei ha più di 70 anni

  3. Grazie Alessandra, è giusto quello che dici e condivido.
    Inizierò a “parlare” con le mie paure, voglio riuscire a migliorare la mia vita.
    Un abbraccio
    Gabriella

  4. Grazie Alessandra x i tuoi consigli li prendo tutti .parlo alle mie paure e pian pianino so che vanno via ..il mio perdono a chi mi fa male e il perdono a me stessa x aver permesso di farmi male sono pronta a perdonare e mandare positività a tutti xk la mancanza d amore crea squilibri ❤❤❤❤..pensieri amorevoli

  5. Grazie, sei una gran bella persona! Mi sei stata di grande aiuto, molte cose hanno preso la strada giusta, e desideri avverarsi. Ti adoro.

  6. Ciao, Alessandra
    Sono già stata nel deserto ed è veramente il posto migliore x fare i conti con se stesso….purtroppo ero con mio ex ed anche se sto cambiando e cerco perdono ancora nn sono pronta x ritirarmi in un posto dove tutto mi porterebbe alla precedente vacanza…..
    Hai ragione. ….è dura e difficile perdonare chi ha fatto e continua fare tanto male a me ai miei figli…..liberarmi da tutto questo
    Sarebbe un sogno che oggi sto cercando di far avverare ……ho bisogno di TANTO ALLENAMENTO e chiudere quella parte di cuore o di testa che ancora nn vuole lasciare andare perché vuole essere risarcito, soddisfatta ricompensato di tutto quello che abbiamo patito………conoscendo te mi sono accorta che la strada è il perdono ( come tanti mi hanno sempre detto ) ma su come fare nessuno mai mi aveva aperto una strada
    GRAZIE per questa strada
    GRAZIE per questa luce che cercavo con affanno da tanto tempo .

    Ho un folletto x compagnia …..inspiegabilmente a volte arrivano le mail al cellulare a volte no, a volte sul tablet, a volte sul computer in ufficio……a volte da nessuna parte…..

  7. La mia paura di non vivere piú un amore cosi forte e travolgente, finito per colpa della distanza e tramite un telefono, mi porta a ringraziare il mio essere forte e aver comunque augurato il meglio alla persona che ancora amo ( un anno che non lo vedo!) e alla sua attuale compagna…
    Ma è piú forte di me ciò che Provo! E aspetto l’estate x andare in quel luogo dove lui c’è, non per fare discussioni! Ma semplicemente x guardarlo in faccia! Nessuno si può permettere di lasciare una persona tramite telefono o un messaggio; è da codardi.
    Facile cosi, quando non CI si guarda negli occhi! Poi per il resto, che Sia felice.
    Ancora felice anno a te Ale e tutti. Zah

  8. Grazie! Questo articolo mi è stato molto utile l’ho messo in pratica e mi è stato d’aiuto.!

Lascia un commento